Attingendo dai pochi fondi rimasti in cassa (sono anni che i soci fondatori non versano le proprie quote, per non dire di uno sponsor del concorso che non ha più versato la propria partecipazione economica; n.d.a.), anche per il periodo settembre 2017/18, è stato rinnovato il dominio su questo sito, realizzato e curato dall’Associazione.

Infatti aderendo alla richiesta del Priore della Venerabile Confraternita dell’Addolorata e San Domenico, Ingegner Raffaele Vecchi, ho soprasseduto allo scioglimento di questa Associazione, così come purtroppo mi ero visto costretto ad annunciare.

Com’è noto a chi ha avuto l’amabilità di seguirci, pur proponendo, anche con reiterata e tignosa insistenza, nessuno ha voluto farsi carico di seguire il progetto di riconoscimento di Taranto, quale città di interesse internazionale per la settimana santa. Taluni, ovviamente quelli che meno si sono spesi per il progetto, e che avrebbero solo ricevuto benefici da un tale evento, hanno avuto la…sfrontatezza, chiamiamola così, di affermare che gli sforzi dell’Associazione, erano tesi a procurarsi dei vantaggi economici, e che probabilmente il suo presidente su questa vicenda ha potuto lucrare danaro.

Se gli ripondessi in qualche modo riconoscerei l’esistenza di un simile idiota e cialtrone che non merita alcuna considerazione. Chi ha seguto e partecipato, chi invece legge gli argomenti e gli eventi, a proprio modo, non sa nemmeno quel che dice e non merita considerazione alcuna. spesso sono gli stessi che, per le modifiche agli eventi della cultura popolare che fanno loro comodo (aggiungere un simbolo o un complesso bandistico, tanto per fare un esempio), è cosa giusta e che si può fare. Ripristinare antichi riti e/o rispolverarli, è invece qualcosa che non conviene e non condivisibile.

Nei prossimi mesi proverò ancora una volta a sostenere il progetto, ammesso che riesca a trovare ancora orecchie che vogliano ascoltare, come sempre sarò pronto a lavorare, come sempre, a gratis. Altrimenti, utilizzerò il pochissimo rimasto in cassa in beneficenza, alla mensa dei poveri.

Il Presidente
Prof. Gigi Montenegro

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>