Interessante incontro, lunedì scorso 20 luglio, di una piccola delegazione dell’Associazione, con il presidente della Camera di Commercio di Taranto, Luigi Sportelli. All’incontro ha preso parte anche la dottoressa Francesca Sanesi. Nella circostanza è stato illustrato l’ambizioso progetto che ha l’Associazione, in forza del protocollo d’intesa siglato con la Confederazione delle Confraternite di Granada, durante il convegno tenutosi lo scorso 22 febbraio presso il Castello Aragonese. Tale progetto dovrebbe avere attuazione nel corso della riunione delle Confederazioni delle Confraternite dell’Andalusia che si terrà a Granada. A questa riunione il dottor Jesus Muros, attuale presidente della Confederazione delle Hermandad granadine, ha invitato il professor Luigi Montenegro a tenere una relazione sugli eventi della settimana santa in particolare che si tengono a Taranto e nella sua provincia. E proprio in questa circostanza l’Associazione proverà ad avere a disposizione un salone, all’interno del quale potranno trovare posto gigantografie della settimana santa, insieme a prodotti tipici di qualunque genere accomunabili alla provincia e alla regione, immagini fotografiche e video, delle tipicità territoriali (mare, gravine, etc.), ed infine organizzare, negli spazi liberi del congresso anche un incontro di promozione turistica con gli operatori del luogo, magari proponendo pacchetti di viaggio e soggiorno, utilizzando l’aeroscalo Arlotta di Grottaglie.

Il presidente Sportelli, ritenendo valida la proposta e l’idea esposta, ha incaricato la dottoressa Sanesi ad organizzare a settembre un incontro con quanti nell’Ente camerale sono interessati al turismo ed alla internazionalizzazione. Magari all’incontro si inviteranno anche gli imprenditori che si occupano di attività turistiche in Confindustria Taranto, proprio allo scopo di utilizzare al meglio la circostanza.

È appena il caso di segnalare che la richiesta di un incontro l’Associazione l’ha inoltrata anche al sindaco di Taranto, il quale sollecitato per ben tre volte, non ha ancora dato alcuna risposta. Lo stesso vale per il Presidente della Provincia, il quale deve fissare l’incontro.

Intanto alla ripresa delle attività a settembre, ci sarà l’incontro con la C.d.C., ed in quella circostanza si cominceranno a gettare le basi per la migliore riuscita dell’iniziativa, al di là di quanto sapranno e vorranno fare Comune e Provincia.

Il protocollo d’intesa siglato durante il conegno del 22 febbraio 2020 – Castello Aragonese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.