Si terrà il prossimo 29 e 30 aprile 2023, il 10° Convegno internazionale di studi sulla cultura popolare religiosa, che avrà per tema: “Patrimonio artistico delle confraternite: una ricchezza per le città”.

Al convegno, sono stati invitati a partecipare il sindaco di Granada o un rappresentante dell’Alcaldìa della città dell’Alhambra e quello di Taranto, Rinaldo Melucci. Ed inoltre, il dottor Adelardo Mora Guijosa, commissario dell’incontro delle confraternite spagnole fissato alla fine di settembre 2023. Il nuovo presidente della Confederazione delle Confraternite di Granada, Armando Ortiz, organizzazione con la quale ò’Associazione ha sottoscritto un protocollo d’intesa. Ed ancora Monsignor Giovanni Lanzafame, già parroco della chiesa della Caritad a Siviglia, mariologo di fama internazionale, e profondo conoscitore del patrimonio artistico- religioso del sud Italia, mentre in queste ore viene contattato un esperto d’arte sacra spagnola ed in alternativa un artigiano noto in Andalusia per le sue opere di grande pregio artistico.

Per il territorio, viene in queste ore invitato a relazionare don Francesco Simone, direttore del MuDi, museo diocesano di Taranto. Monsignor Paolo Oliva, responsabile delle confraternite dell’Arcidiocesi. Giancarlo Roberti, priore della confraternita del’Addolorata e San Domenico di Taranto. Altri relatori stanno per essere contattati, al fine di completare la due giorni dell’importante appuntamento, che sarà seguito anche dal giornalista Jorge Martinez, di Tg7, tv diffusa in Andalusia, che lo scorso convegno fu relatore a Taranto.

Come si vede non è stato ancora definito il sito del convegno, in quanto durante l’appuntamento tarantino, dovrebbe essere avviato un progetto di gemellaggio tra le città di Taranto e Granada, e dunque la sede naturale, dovrebbe essere il Salone degli Specchi di Palazzo di Città, ovvero il salotto buono della Casa dei Tarantini. Altrimenti sarà chiesta all’Ammiraglio Salvatore Vitiello, sempre sensibile alle iniziative dell’Associazione, la concessione del Salone Meridionale, all’interno del Castello Aragonese, sede ormai storica del convegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.