Si è tenuta lo scorso 10 di aprle la conferenza stampa di presentazione dell’XI° edizione del convegno internazionale di studi sulla cultura popolare religiosa, organizzato dalla nostra Associazione. La sigla di un protocollo d’intesa tra il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, e l’alcadesa ovvero il sindaco di Granada, Marifran Carazo, per il gemellaggio tra le due città nel segni dei Riti della Settimana santa è la novità dell’11esima edizione del convegno internazionale di studi sulla cultura popolare religiosa. Nel salone degli Specchi di Palazzo di Città, per la presentazione dell’evento c’erano Luigi Montenegro, presidente dell’associazione, Angelica Lussoso, assessore comunale alla Cultura, e Paolo Castronovi, consigliere comunale. La firma del protocollo d’intesa tra i due sindaci avverrà nella giornata di martedì 30 alle ore 10.30 sempre nel salone degli Specchi.
Anche l’edizione di quest’anno, che gode del patrocinio del Comune di Taranto, si presenta ricca di appuntamenti. Intanto il tema scelto per l’undicesimo appuntamento è “Il Crocifisso: prologo della Resurrezione”. Tra i relatori di quest’anno (il programma degli interventi è ripostato di seguito), lunedì 29 aprile giorno in cui si terrà il convegno, insieme al nuovo arcivescovo di Taranto, monsignor Ciro Miniero, spicca il nome, appunto, di Marifran Carazo, alcaldesa di Granada, la cui relazione ha per titolo «Granada: dalla tradizione ad un futuro promettente». Di rilievo anche la relazione del professor Paolo Stefanì Ordinario di Diritto Ecclesiastico presso l’Università di Bari, il cui intervento ha per tema: «L’uso e l’abuso del Crocifisso per la costruzione del dialogo». Torna a Taranto anche Armando Ortiz, presidente Federazione Confraternite Granada, che avrà modo di spiegare nel suo intervento l’importanza della istituzione di cui è a capo con la relazione che ha per tema: «Le Federazioni della Confraternite come unione del movimento confraternale». È assai atteso anche l’intervento di don Andrea Mortato parroco del santuario Santissimo Crocifisso, che tratterà dell’immagine miracolosa custodita in quella chiesa, e la relazione di Adelardo Mora che parlerà del Centenario della Confraternita del Cristo della Misericordia. Nel corso del convegno relazioneranno i rappresentanti delle confraternite dell’Addolorata, dell’Immacolata e del Carmine di Taranto, mentre Paco Castro, parlerà del punto di vista e dell’impegno dei “costaleros” ovvero i portatori dei gruppi statuari della settimana santa andalusa. A chiusura dei lavori, il presidente Montenegro annuncerà il tema del convegno del prossimo anno.
Tra gli altri appuntamenti in programma, domenica 28 aprile alle 10,30 la delegazione spagnola visiterà il MarTa e a seguire la pinacoteca di San Pasquale. Alle 18,30 è prevista la celebrazione Eucaristica, con l’esecuzione dei canti a cura del coro “Chiara di Dio” di San PioX”, che si terrà in cattedrale cui seguirà un breve concerto dell’Ensamble dell’Orchestra Tebaide d’Italia, diretta dal maestro Cosimo Maraglino. È inoltre prevista per gli ospiti spagnoli una breve crociera su nave Cala Junco per ammirare Taranto dal mare e il 30 aprile alle 18 ci sarà la celebrazione dell’ostensione delle reliquie di San Cataldo.

Anche l’edizione di quest’anno, che gode del patrocinio del Comune di Taranto, si presenta ricca di appuntamenti. Intanto il tema scelto per l’undicesimo appuntamento è “Il Crocifisso: prologo della Resurrezione”. Tra i relatori di quest’anno, lunedì 29 aprile giorno in cui si terrà il convegno, insieme al nuovo arcivescovo di Taranto, monsignor Ciro Miniero, spicca il nome, appunto, di Marifran Carazo, alcaldesa di Granada, la cui relazione ha per titolo «Granada: dalla tradizione ad un futuro promettente». Di rilievo anche la relazione del professor Paolo Stefanì Ordinario di Diritto Ecclesiastico presso l’Università di Bari, il cui intervento ha per tema: «L’uso e l’abuso del Crocifisso per la costruzione del dialogo». Torna a Taranto anche Armando Ortiz, presidente Federazione Confraternite Granada, che avrà modo di spiegare nel suo intervento l’importanza della istituzione di cui è a capo con la relazione che ha per tema: «Le Federazioni della Confraternite come unione del movimento confraternale». È assai atteso anche l’intervento di don Andrea Mortato parroco del santuario Santissimo Crocifisso, che tratterà dell’immagine miracolosa custodita in quella chiesa, e la relazione di Adelardo Mora che parlerà del Centenario della Confraternita del Cristo della Misericordia. Nel corso del convegno relazioneranno i rappresentanti delle confraternite dell’Addolorata, dell’Immacolata e del Carmine di Taranto, mentre Paco Castro, parlerà del punto di vista e dell’impegno dei “costaleros” ovvero i portatori dei gruppi statuari della settimana santa andalusa. A chiusura dei lavori, il presidente Montenegro annuncerà il tema del convegno del prossimo anno.
Tra gli altri appuntamenti in programma, domenica 28 aprile alle 10,30 la delegazione spagnola visiterà il MarTa e a seguire la pinacoteca di San Pasquale. Ecco il programma del convegno:

Lunedì 29 aprile ore 9.30 – 13.30 / 16.30 19.00

Salone degli Specchi . Palazzo di Città

«IL CROCIFISSO: PROLOGO DELLA RESURREZIONE».

Sessione del mattino

Saluti istituzionali

  • Prof. Paolo Pardolesi Direttore del Dipartimento Jonico;
  • Angelica Lussoso Assessore Cultura;
  • Paolo Castronovi Consigliere comunale
  • Gigi Montenegro breve introduzione
  • Monsignor Ciro Miniero Arcivescovo di Taranto;
  • Marifran Carazo Alcaldesa di Granada: «Granada: dalla tradizione a un futuro promettente»
  • Prof. Paolo Stefanì Ord. Diritto Ecclesiastico UniBa;

 «L’uso e l’abuso del Crocifisso per la costruzione del dialogo»

  • Armando Ortiz presidente Federazione confraternite Granada; «Le Federazioni della confraternite come unione del movimento confraternale»
  • Antonello Stenta Confraternita Carmine Taranto;

Sessione pomeridiana

  • Adelardo Mora Guijosa «Centenario della Confraternita del Cristo della Misericordia. La devozione di Granada»
  • don Andrea Mortato parroco Santuario Santissimo Crocifisso;
  • Paco Castro costaleros di Granada;
  • Prof. Maria Concetta Pellegrino (Confraternita Addolorata);
  • Angelo de Vincentis (Confr.Immacolata ) processione Risorto
  • Gigi Montenegro Aspetti iconografici dei Crocifissi + chiusura e annuncio tema 2025

E’ praticamente definito il programma degli interventi nell’XI° Convegno internazionale di studi sulla cultura popolare religiosa. Naturalmente confermata la presenza della Alcaldesa di Granada Da Marifran Carazo Villalonga, che terrà una relazione sul ruolo delle pubbliche amministrazioni nel sostenere gli eventi di cultura popolare religiosa, che sono patrimonio della città.

Di seguito la bozza del programma degli interventi:

Lunedì 29 aprile ore 9.30 – 13.30 / 16.30 19.00

Salone degli Specchi . Palazzo di Città

«IL CROCIFISSO: PROLOGO DELLA RESURREZIONE».

Sessione del mattino

Saluti istituzionali

  • Prof. Paolo Pardolesi Direttore del Dipartimento Jonico;
  • Angelica Lussoso Assessore Cultura;
  • Paolo Castronovi Consigliere comunale
  • Gigi Montenegro breve introduzione
  • Monsignor Ciro Miniero Arcivescovo di Taranto;
  • Marifran Carazo Alcaldesa di Granada;
  • Prof. Paolo Stefanì Ord. Diritto Ecclesiastico UniBa; «L’uso e l’abuso del Crocifisso per la costruzione del dialogo»
  • Armando Ortiz presidente Federazione confraternite Granada; «Le Federazioni della confraternite come unione del movimento confraternale»
  • Antonello Stenta Confraternita Carmine Taranto;

Sessione pomeridiana

  • Adelardo Mora Guijosa «Centenario della Confraternita del Cristo della Misericordia. La devozione di Granada»
  • don Andrea Mortato parroco Santuario Santissimo Crocifisso;
  • Paco Saez costaleros di Granada;
  • Prof. Maria Concetta Pellegrino (Confraternita Addolorata);
  • Angelo de Vincentis (Confr.Immacolata ) processione Risorto
  • Gigi Montenegro Aspetti iconografici dei Crocifissi + chiusura e annuncio tema 2025

Per una serie di ragioni di carattere logistico e di opportunità, la sede dell’XI° convegno internazione del studi sulla cultura popolare, si terrà presso il Salone degli Specchi a Palazzo di Città in piazza Castello e non più nella sala conferenze (ex chiesetta) presso la sede dell’Università di Taranto ex caserma Rossarol.

A questo proposito l’associazione intende ringraziare la civica amministrazione per la concessione del sito per l’intera giornata di lunedì 29 aprile p.v.

Sempre nella stessa sede, il 30 aprile alle 10.30, si terrà l’incontro tra il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci e la Alcaldesa di Granada, Marifran Carazo

E’ attualmente invece confermato il programma degli interventi, che però potrebbe avere qualche piccola variazione per eventuali necessità degi relatori. qui di seguito il programma previsto.

Lunedì 29 aprile ore 9.30 – 13.30 / 16.30 19.00

Salone degli Specchi . Palazzo di Città

«IL CROCIFISSO: PROLOGO DELLA RESURREZIONE».

Sessione del mattino

Saluti istituzionali

  • Prof. Paolo Pardolesi Direttore del Dipartimento Jonico;
  • Angelica Lussoso Assessore Cultura;
  • Gigi Montenegro breve introduzione
  • Monsignor Ciro Miniero Arcivescovo di Taranto;
  • Marifran Carazo Alcaldesa di Granada;
  • Prof. Paolo Stefanì Ord. Diritto Ecclesiastico UniBa;

 «L’uso e l’abuso del Crocifisso per la costruzione del dialogo»

  • Armando Ortiz presidente Federazione confraternite Granada;
  • Confraternita Carmine;

Sessione pomeridiana

  • Adelardo Mora Guijosa, presidente onorario dell’Associazione;
  • don Andrea Mortato parroco Santuario Santissimo Crocifisso;
  • Paco Saez costaleros di granada;
  • Prof. Maria Concetta Pellegrino (Confraternita Addolorata);
  • Gigi Montenegro aspetti iconografici dei Crocifissi

Ecco le informazioni relative alla bozza del programma del’XI° convegno internazionale di studi di Taranto sulla cultura popolare religiosa

Il tema di questa nuova edizione resta: «IL CROCIFISSO: PROLOGO DELLA RESURREZIONE».

L’attività congressuale inizierà domenica 28 aprile con il concerto che si terrà nel tardo pomeriggio presso la Cattedrale di Taranto, alla presenza di Sua Eccellenza Monsignor Ciro Miniero, Arcivescovo di Taranto, dopo la celebrazione della Santa Messa. Nella mattinata i convegnisti saranno accompagnati per una vista al Museo Nazionale di Taranto ed al Castello Aragonese.

Lunedì 29 aprile 2024, dalle 9.30 alle 19.00 è la giornata dedicata al convegno che si terrà presso la Sala Conferenze della ex Caserma Rossarol, sede dell’Università di Taranto . Hanno confermato la loro presenza e pertanto relazioneranno Prof. Paolo Pardolesi Direttore del Dipartimento Jonico; Angelica Lussoso Assessore Cultura; Monsignor Ciro Miniero Arcivescovo di Taranto; Marifran Carazo Alcaldesa (sindaco) di Granada; prof. Paolo Stefanì, ordinario di Diritto Ecclesiastico Università degli studi di Bari – sede di Taranto; Armando Ortiz presidente della Reale Federazione confraternite Granada; Adelardo Mora Guijosa, presidente onorario dell’Associazione; Paco Saez rappresentante dei costaleros di Granada; don Andrea Mortato, parroco del Santuario del Santissimo Crocifisso, dove è custodito un Crocifisso miracoloso; un rappresentante della Confraternita Carmime di cui forniremo il nome appena in nostro possesso; Prof. Maria Concetta Pellegrino (Confraternita Addolorata); Gigi Montenegro il cui intervento verterà sugli aspetti iconografici dei Crocifissi. Altri relatori potrebbero confermare la loro presenza, ed in questo caso ve ne forniremo notizia. Ma mi sembra di poter affermare che il parterre è più che qualificato.

Il convegno avrà poi termine il 30 aprile. Nella mattinata vi sarà l’incontro di convegnisti, relatori e dell’associazione, con il Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci a Palazzo di Città. Con l’occasione potrebbe essere firmato un protocollo d’intesa tra le civiche amministrazioni di Taranto e di Granada, per un futuro gemellaggio. Nel pomeriggio, alle ore 18.00, presso la Cattedrale, vi sarà l’ostensione delle Sacre Reliquie di San Cataldo, protettore della città di Taranto. La sacra cerimonia sarà parte dell’attività degli ospiti, nell’ambito del programma del convegno.

Anche per questo 2024, abbiamo fatto partire la macchina per realizzare l’XI° convegno internazionale di studi di Taranto sulla cultura popolare religiosa.

Il tema di questa nuova edizione è: «IL CROCIFISSO: PROLOGO DELLA RESURREZIONE».

Questo tema, nelle intenzioni del comitato scientifico, dovrebbe aprire un ciclo dedicato ai simboli iconografici della Passione del Cristo.

La data della celebrazione del convegno è da domenica 28 aprile a martedì 30 aprile. È infatti in questo il periodo che la Alcaldesa di Granada, Da Marifran Carazo ha potuto fare spazio nell’affollata agenda della sindaco della città dell’Alhambra. La Alcaldesa si è detta onorata di partecipare al nostro convegno, atteso che l’appuntamento di Taranto è diventato un vero punto di riferimento culturale e di studi per il mondo confraternale spagnolo, ed in particolare per quello andaluso e granadino.

Inoltre la presenza di  Da Marifran Carazo potrebbe anche essere il primo passo per un gemellaggio tra le due città unite anche da una storia antica risalente al 1501, oltre che per la passione e l’estrema cura che mettono nella realizzazione della settimana santa.

Tornando al convegno, insieme all’intervento di Da Marifran Carazo che illustrerà con quali interventi e come le pubbliche amministrazioni possano sostenere gli eventi di cultura popolare religiosa, hanno confermato la loro presenza  il presidente della Reale Federazione delle congregazioni di Granada, Armando Ortìz, il presidente onorario per l’Andalusia dell’associazione Adelardo Mora, ed in rappresentanza dei “costaleros” granadini Paco Saez, della Hermandad delle Tres Caìdas. Deve ancora confermare Monsignor Giovanni Lanzafame direttore spirituale in Andalusia per l’associazione, incardinato nell’arcidiocesi di Siviglia. Previsto l’intervento del sindaco di Taranto che dovrebbe aprire il convegno stesso, sia per l’indirizzo di saluto agli ospiti, sia anche per voler spiegare come la civica amministrazione interviene a sostegno degli appuntamenti di cultura popolare religiosa di Taranto. Ed inoltre interverrà l’attuale assessore alla cultura, Angelica Lussoso.

Il convegno si tiene in accordo con l’Arcivescovo di Taranto, Monsignor Ciro Miniero, anch’egli invitato a relazionare. Concede il proprio patrocinio gratuito anche l’arcivescovado di Granada. Sua Eminenza Cardinal Salvatore De Giorgi, già guida dell’Arcidiocesi di Taranto, non ha ancora fatto sapere se potrà essere  tra i relatori, visto l’invito che gli abbiamo inoltrato. Siamo certi che proverà ad incastrare la data con i suoi impegni di Principe della Chiesa. Ha invece confermato la sua presenza Monsignor Andrea Mortato, parroco della chiesa di San Giovanni di Dio, dov’è custodito il Crocifisso Miracoloso che viene portato in processione ogni venticinque anni e durante le celebrazioni del Giubileo.

Per il territorio, sarà invitato il professor Vittorio de Marco, docente universitario, e responsabile dell’Archivio Arcivescovile di Taranto, mentre altri studiosi vengono contattati per conoscere la disponibilità a parlare sul tema proposto. Si occuperà di alcuni aspetti iconografici estetici del Crocifisso il presidente dell’associazione professor Gigi Montenegro, che lo scorso ottobre ha relazionato sui riti della settimana santa di Taranto, durante l’incontro nazionale di tutte le confraternite spagnole tenutosi a Granada per il 2023 mentre quest’anno si terrà a Medina del Campo.

Dovrebbero confermare la loro collaborazione anche la Regione Puglia, e Puglia Promozione che forniscono l’impianto di traduzione simultanea. Ed ancora di Comune e Provincia di Taranto, insieme ad altre associazioni che mettono a disposizione la loro collaborazione.

Il convegno quest’anno sarà preceduto da un breve concerto fissato per domenica 28 aprile, in cui verranno eseguite musiche processionali spagnole e tarantine, da una Ensamble di cui daremo maggiori dettagli più avanti.

Relazionerà anche Marifran Carazo, la Alcaldesa di Granada, all’XI convegno internazionale di studi sulla cultura popolare religiosa, edizione 2024, che comincia a muovere i suoi primi passi.

Ancora non è stato possibile fissare la data di svolgimento, mentre è già stato definito il tema dell’importante appuntamento culturale. E cioé: «IL CROCIFISSO: PROLOGO DELLA RESURREZIONE». Desiderando legare l’edizione 2024 e quella successiva ai simboli più significativi della settimana santa, si è scelto di incentrare la parte religiosa dell’incontro del prossimo anno alla Passione, Morte e Resurrezione del Cristo, impegnando l’appuntamento successivo, se piacerà a Dio, alla Vergine Addolorata quale Madre della Chiesa e di Nostro Signore.

La parte laica del convegno è stata invece destinata al ruolo delle pubbliche amministrazioni negli eventi più significativi della pietà popolare. Non è stata ancora fissata la data di svolgimento del convegno, proprio per favorire la presenza della prima cittadina di Granada, che ha chiesto un range di date allo scopo di conciliare gli impegni istituzionali della alcaldìa della città dell’Alhambra, con la sua presenza a Taranto.

Marifran Carazo, ha infatti mostrato grande interesse e curiosià durante il 34esimo incontro delle Hermandades e Cofradìas della Spagna tenutosi dal 12 al 15 ottobre 2023 proprio a Granada, durante il quale il professor Luigi Montenegro ha illustrato gli appuntamenti delle ritualità della settimana santa di Taranto, il cui svolgimento ha destato grande interesse e curiosità da parte dei tanti intervenuti all’appuntamento spagnolo.

Il range di date dello svolgimento del convegno di Taranto, dovrebbe oscillare tra la fine del mese di aprile, come lo scorso anno, e la prima quindicina di maggio.

Tra gli invitati al convegno, provenienti dalla Spagna, oltre alla Alcaldesa di Granada e Adelardo Mora, che rappresenta in Andalusia l’associazione, vi dovrebbe esser il ritoro del presidente della Federazione delle Confraternite di Granada, Armando Ortiz. Di grande impatto dovrebbe essere anche la presenza di Monsignor José Gabriel Martín Rodríguez, che è il Vicario Generale per le confraternite dell’Arcidiocesi di Granada, che oltre a congratularsi con il professor Montenegro, ha chiesto ulteriori delucidazioni sulle ritualità di Taranto, mostrando interesse per le radici antropologiche ed etnografiche che le hanno generato. Tra gli invitati di lingua italiana vi è anche un principe della chiesa, il Cardinale Salvatore De Giorgi, arcivescovo emerito di Palermo, ma anche ex arcivescovo di Taranto. Altri relatori saranno poi contattati, per trattare l’importante tema del convegno, che tra le altre cose, tornerà nuovamente sul quel provvedimento, poi per fortuna cancellato, di togliere il Crocifisso dalla aule della scuola italiana.

Anche il Vicario Generale per le confraternite di Granada, monsignor José Gabriel Martín Rodríguez ha inteso congratularsi con Gigi Montenegro, presidente dell’associazione “La veste rossa-Taranto” non solo per l’interessante ed utile esposizione dello svolgimento dei riti della settimana santa tarantina. Ma anche per la parte iniziale, nella quale Montenegro ha contestualizzato la parte storica della città e di come nei secoli si è sviluppata la presenza delle associazioni laico-religiose.

L’intervento in spagnolo, iniziato con circa mezz’ora di ritardo rispetto al programma dello scorso 14 ottobre, è durato circa venticinque minuti, così come richiesto sia dal presidente della Federazione delle Hermandades e Cofradias di Granada, Armando Ortiz, che dal presidente della speciale commissione organizzatrice, composta da Hermano Mayor (priori) delle confraternite granadine, Jesus Muros, che hanno inviato l’invito all’importante appuntamento per il mondo confraternale spagnolo, al presidente dell’associazione, per le sue recenti ricerche storiche sul tema della cultura e della pietà popolare.

È seguito anche un breve dibattito, durante il quale Montenegro ha soddisfatto alcune curiosità proposte dai rappresentati delle diverse confraternite di Spagna, che hanno partecipato al 34esimo incontro nazionale spagnolo di queste pie associazioni, ed in modo particolare sull’uso della Tròccola e in merito ai crociferi della processione dell’Addolorata.

Nel pomeriggio poi, in occasione della processione magna straordinaria che aveva per titolo “La Passion secun Granada”, il presidente dell’associazione ha incontrato la Alcaldesa di Granada, Marifran Carazo, la quale oltre a congratularsi per l’intervento durate il convegno, ha accettato in linea di massima di intervenire all’XI convegno internazionale di studi e ricerche sulla cultura popolare religiosa, che si sta cercando di organizzare per il 2024.

La sindaco della città dell’Alhambra, ha molto sentito parlare di Taranto in maniera entusiastica dai concittadini che come relatori hanno partecipato negli anni precedenti ai convegni organizzati dall’associazione. Ha peraltro apprezzato e si è detta incuriosita dai riti di Taranto.

Che Marifran Carazo sia seriamente intenzionata ad intervenire al convegno del 2024 la cui data ed il cui tema stanno per essere definiti, al fine di non avere problemi di appuntamenti già fissati sia con la Alcaldía che con l’Aiuntamento di Granada, ha anche fissato un range di date nel quale potrà essere libera di organizzare un gruppo che parteciperà al convegno, ed approfitterà per visitare Taranto.

Nella mattinata di domenica 15 ottobre, prima della Santa Messa celebrata in cattedrale dall’Arcivescovo di Granada Monsignor José María Gil Tamayo, l’assemblea dei rappresentanti di tutte le confraternite spagnole hanno eletto la città di Medina del Campo quale sede del 35esimo incontro nazionale delle associazioni laico-cattoliche di Spagna, che dovrebbe tenersi nell’ottobre 2024. presentato altresì il manifesto del Giubileo delle Confraternite “Mater Spei”, in programma per il maggio 2025.

https://www.corriereditaranto.it/2023/10/08/un-tarantino-allincontro-confraternite/–

Questo è il link nel quale il Corriere di Taranto pubblica la partecipazione di Gigi Montenegro al 34esimo incontro nazionale delle Hermandades e Cofradias di Spagna, in programma dal 12 al 15 ottobre.

Allo scopo di far comprendere quanto importante sia per il mondo confraternale dell’intera Spagna l’annuale incontro, abbiamo inteso riportare il sito per conoscere il programma e le informazioni sull’avvenimento, nonchè in lingua originale, tutto ciò che riguarda la processione straordinaria che si terrà in occasione dell’incontro, sperando di fare cosa gradita a chi consulta il sito dell’associazione

Información sobre el 34 Encuentro Nacional de Cofradías Penitenciales 2023.

Solemne Procesión La Semana Santa Según Granada para una Nueva Evangelización

La Federación de Cofradías prepara para el 14 de octubre una gran procesión en la que participarán 22 pasos, conformándose el trigésimo cuarto Encuentro Nacional de Cofradías. Se tratará de una vía crucis con los pasos de las hermandades de la Semana Santa.

ITINERARIO:

A las 17:00 horas del sábado día 14 de octubre partirá de la puerta de la Encarnación de la Catedral, seguirá por Plaza de las Pasiegas en dirección al Pie de la Torre para subir por calle Cárcel Baja hasta Gran Vía. Después bajará por Reyes Católicos, Acera del Darro, para finalizar a la altura de calle Puente de Castañeda. Una vez llegados a este punto, las hermandades realizarán sus itinerarios de vuelta.

TRASLADOS DE LOS TEMPLOS A LA CATEDRAL

El día 11 de octubre de 2023, entre las 17:00 y las 22:00 horas, realizarán su Traslado las siguientes Hermandades:

MISTERIO DE NUESTRO PADRE JESÚS DESPOJADO DE SUS VESTIDURAS.
– Horario Inicio: 19:00h
– Itinerario: Músico José Ayala Cantó, Agustina de Aragón, Mulhacén, San José Baja, Nueva de San Antón, San Antón, Recogidas, Alhóndiga, Jaudenes, Marqués de Gerona, Plaza de las Pasiegas, Pie de la Torre, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

ENTRADA DE JESÚS EN JERUSALEN
– Horario Inicio: 20:00h
– Itinerario: Iglesia Parroquial de San Andrés Apóstol, Calle Elvira, Cárcel Baja, Gran Vía, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

NUESTRO PADRE JESÚS DE LA PASIÓN
– Horario de Inicio: 18:00h
– Itinerario: Plaza de San Cristóbal, Larga de San Cristóbal, Carretera de Murcia, Pagés, Plaza del Salvador, Cuesta del Chapíz, Paseo del Padre Manjón, Carrera del Darro, Plaza de Santa Ana, Plaza Nueva, Reyes Católicos, Gran Vía, Cárcel Baja,Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

NUESTRO SEÑOR DE LA MEDITACIÓN
– Horario de Inicio: 20:00h
– Itinerario: Plaza de Universidad, Calle San Jerónimo, Calle Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

MARIA SANTÍSIMA DEL SACROMONTE
– Horario de Inicio: 17:00h
– Itinerario: Abadía del Sacromonte, Cuesta del Chapíz ,Carrera del Darro, Plaza Nueva, Gran Vía, Cárcel Baja, Catedral.

NUESTRO PADRE JESUS DE LA SENTENCIA
– Horario de Inicio: 20:00h
– Itinerario: Carrera del Darro, Plaza de Santa Ana, Plaza Nueva, Reyes Católicos, Gran Vía de Colón, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

El día 12 de octubre de 2023, entre las 06:30 y las 10:00 horas, realizarán su Traslado las siguientes Hermandades:

HERMANDAD PACIENCIA Y PENAS
– Horario de Inicio: 08:00h
– Itinerario: San Matías, Plaza Isabel la Católica, Gran Vía, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

HERMANDAD DE LA SANTA CENA
– Horario de Inicio: 08:00h
– Itinerario: Plaza Santo Domingo, Carnicería, Santa Escolástica, Pavaneras, Plaza Isabel La Católica, Gran Vía, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

HERMANDAD DE LA HUMILDAD
– Horario de Inicio: 08:15h
– Itinerario: Plaza Santo Domingo, Carnicería, Santa Escolástica, Pavaneras, Plaza Isabel La Católica, Gran Vía, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

HERMANDAD TRES CAIDAS
– Horario de Inicio: 08:10h
– Itinerario: Plaza Santo Domingo, Carnicería, Santa Escolástica, Pavaneras, Plaza Isabel La Católica, Gran Vía, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

SANTISIMO CRISTO DE LOS FAVORES
– Horario de Inicio: 08:10h
– Itinerario: Plaza Cristo de los Favores, Cuesta de San Cecilio, Campo del Príncipe (lateral derecho), Misericordia Coronada, Molinos, Plaza Realejo, Plaza de Fortuny, Santa Escolástica, Pavaneras, Plaza de Isabel La Católica, Gran Vía, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

ORACION DE NUESTRO SEÑOR EN EL HUERTO DE LOS OLIVOS
– Horario de Inicio: 08:00h
– Itinerario: Calle Santiago, Plaza Realejo, Plaza de Fortuny, Santa Escolástica, Pavaneras, Plaza de Isabel La Católica, Gran Vía de Colón, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

HERMANDAD DE LA REDENCION
– Horario de Inicio: 06:30h
– Itinerario: Iglesia de María Auxiliadora, C/ Doctor Rodríguez de la Fuente, C/ Almuñécar, Avenida de Cádiz, Avenida de Dílar, C/ Profesor Tierno Galván, Plaza Rotary, C/ San Antón, Recogidas, C/ Alhóndiga, Jaudenes, Márques de Gerona, Plaza de las Pasiegas, Pie de la Torre, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

RESURRECCION Y MARIA SANTISIMA DEL TRIUNFO
– Horario de Inicio: 07:15h
– Itinerario: Calle Primavera, Bruselas, C/ Profesor Tierno Galván, Plaza Rotary, C/ San Antón, Recogidas, C/ Alhóndiga, C/ Jaúdenes, Márques de Gerona, Plaza de las Pasiegas, Pie de la Torre, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

HERMANDAD DE LA LANZADA
– Horario de Inicio: 06:30h
– Itinerario: Avenida de Fernando de los Ríos, Avd. De Barcelona, Avd. de Dílar, C/ Profesor Tierno Galván, Plaza Rotary, calle San Antón, Recogidas, calle Alhóndiga, Jaúdenes, Márques de Gerona, Plaza de las Pasiegas, Pie de la Torre, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

SANTISIMO CRISTO DEL TRABAJO.
– Horario de Inicio: 06:30h
– Itinerario: Calle Polinario, Avenida de Dílar, C/ Profesor Tierno Galván, Plaza Rotary, calle San Antón, Recogidas, calle Alhóndiga, Jaúdenes, Márques de Gerona, Plaza de las Pasiegas, Pie de la Torre, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

SANTISIMO CRISTO DE LA EXPIRACION
– Horario de Inicio: 07:30h
– Itinerario: Paseo de los Basilios, Paseo del Violón, Plaza Rotary, calle San Antón Recogidas, calle Alhóndiga, Jaúdenes, Márques de Gerona, Plaza de las Pasiegas, Pie de la Torre, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

NUESTRA SEÑORA DE LOS DOLORES
– Horario de Inicio: 07:30h
– Itinerario: Carrera del Darro, Plaza de Santa Ana, Plaza Nueva, Reyes Católicos, Gran Vía, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

NUESTRA SEÑORA DE LA ESPERANZA
– Horario de Inicio: 08:00h
– Itinerario: Plaza Santa Ana, Plaza Nueva, Reyes Católicos, Gran Vía de Colon, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

MARIA SANTISIMA DE LA AURORA
– Horario de Inicio: 07:00h
– Itinerario: Plaza San Miguel, Cauchiles, San José, Cuesta de San Gregorio, Cárcel Alta, Plaza Nueva, Calle Reyes Católicos por el carril derecho, Plaza Isabel la Católica, Gran Vía de Colon, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

NUESTRO PADRE JESUS DEL RESCATE
– Horario de Inicio: 08:30h
– Itinerario: Calle Gracia, Alhóndiga, Jaúdenes, Márques de Gerona, Plaza de las Pasiegas, Pie de la Torre, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

NUESTRA SEÑORA DE LA SOLEDAD DE SAN JERONIMO
– Horario de Inicio: 07:30h
– Itinerario: Rector López Argüeta, San Juan de Dios, San Jerónimo, Cárcel Baja, Puerta del Perdón de la Santa Iglesia Catedral.

Per la verità è ancora solo nei pensieri del comitato scientifico, che da qualche anno si riunisce alla ripresa delle attività dopo il periodo estivo. Ma l’intenzione di realizzare un altro appuntamento per lo studio e le ricerche in tema di cultura popolare religiosa, è davvero molto forte, sulla base delle tre più recenti rdizioni.

Ovviamente ancora da definire la data in cui dovrebbe tenersi questa nuova edizione, ma l’appuntamento dovrebbe celebrarsi orientativamente è a cavallo tra il 25 aprile ed i primi giorni di maggio. Per quel che riguarda l’argomento si è pensato questa volta ad uno dei simboli caratterizzanti della settimana santa per cui il tema potrebbe essere: «IL CROCIFISSO: PROLOGO DELLA RESURREZIONE».

L’evento si spera possa tenersi ancora in accordo con l’Arcivescovado di Taranto e quello di Granada. Si cercherà di ottenere ancora una volta la collaborazione di Regione Puglia, e Puglia Promozione che nelle due recenti edizioni hanno fornito l’impianto di traduzione simultanea. Nella stessa maniera dovrebbe essere confermata la collaborazione con il Comune e la Provincia di Taranto, insieme ad altre associazioni che mettono a disposizione la loro collaborazione, come hanno fatto dalla ripresa del convegno le Confraternite dell’Addolorata e San Domenico e la Confraternita dell’Immacolata.

Al convegno, è stata invitata a partecipare l’Alcaldesa di Granada, Marifran Carazo. Stesso invito sarà girato al Sindaco di Taranto. Ed inoltre, il dottor Adelardo Mora Guijosa, presidente onorario dell’Associazione per l’Andalusia, Jorge Martinez, di Tg7, tv diffusa in Andalusia, che ha chiesto di partecipare nuovamente al convegno per avere modo di parlare del Crocifisso di San Augustìn conservato a Granada e opera dello scultore italiano Florentino. Con Jorge Martinez tenteremo di realizzare anche una serie di dirette nel corso dei punti informazione di detta emittente, e nel corso della trasmissione “Granada Cofrade” che l’emittente dedica al mondo confraternale.

Ed ancora Monsignor Giovanni Lanzafame, già parroco della chiesa della Caritad a Siviglia, mariologo di fama internazionale, e profondo conoscitore del patrimonio artistico- religioso del sud Italia.

Come si vede si tratta solo di una piccola parte dell’organizzazione che però è già partita.